giovedì 25 settembre 2008

....e gli uomini

Dopo aver discusso sulle donne mi sembra giusto per par condicio trattare il tema uomini.
Ultimamente noto che sta nascendo la moda del travestito (con tutto rispetto per i travestiti), ovvero ormai ci sono molti, troppi, ragazzi che si TRUCCANO con cipria o addirittura fondotinta, pantaloni alle volte sotto il c***o, maglietta corte attillate e qui mi chiedo l'utilità, si fa prima ad andare in giro in boxer almeno si risparmia...poi le t-shirt rigorosamente ROSA, ma dico siamo matti??? Dov'è l' UOMO?? Quello che comprava le riviste di automobili, quello che la domenica pomeriggio seguiva le partite di calcio o di formula 1, ora invece è quello che legge qual'è la crema antirughe migliore oppure quello che guarda i programmi della De Filippi...
Per fortuna nostra, qualcuno è rimasto uomo senza farsi condizionare troppo dalle mode e non si è infemminato (e non intendo omosessuale)...
Anche qui a voi un giudizio, in questo caso sugli uomini...

6 commenti:

Squilibrato ha detto...

Esatto! Dov'è finito l'uomo vero? Quello che rutta sulla poltrona in salotto, mentre si pulisce la bocca con le maniche, scoreggia selvaggiamente alzando la gamba e portandosi avanti col bacino, come per lanciare più lontano lo sfiato, quello che si pulisce le orecchie ed il naso con le dita, che si gratta sotto l'ascella e poi si annusa la mano, quello che davanti al frigorifero aperto si da una grattatina ai genitali, che quando si sveglia alla mattina ha un alito talmente acido che un inceneritore in confronto è un accendisigari? L'uomo vero, dov'è finito??

Anonimo ha detto...

Cosa rende un uomo
UOMO secondo il mio parere?
Un pene e un paio di testicoli.
Tutto il resto è noia.
L'ideale dell'OMMO
,quello burbero,autoritario,muscoloso,insomma l'uomo padre padrone dominatore capo famiglia non sta morendo,E' già morto e sepolto e si sta lentamente decomponendo.Con buona pace di tutti gli effemminati del pianeta.Se l'uomo che tu consideri uomo scomparisse per sempre dal pianeta sarebbe un enorme salto evolutivo.
In the future there will be no man nor women.Just wankers.
Posso grattarmi le palle,
scoreggiare,avere un alito pestilenziale,specilarmi i denti con le mani o un coltello,posso anche strusciarmi il naso con la camicia,o sputacchiare come un lama,o pisciare in una aiuola,in pubblico..
ma con grazia.
Con Charme e nonchalance.
Se poi cammino sculettando leggermente,o quando ballo mi muovo sinuoso ed elettrico come
una ninfa,questo non fa di me un frocio.Un mezzo uomo.Una checca.
La classe è classe.
E basta!
Gli uomini che sono tutto figa,calcio,automobili,soldi e amici tamarri sono gli stessi che poi chiedono alle loro mogli o amanti:mi ficchi un dito nel culo così godo di più?AHAHAH!
Questa è bella!
O che si fanno fare una pompa segreta dall'amichetto nello spogliatoio dopo la partita di calcetto.
In stile brokeback mountain.
Quello dell'OMMO che deve essere in un certo modo altrimenti non è più considerabile tale è uno stereotipo.Un pregiudizio.
L'uomo è uomo anche se va in giro in minigonna e tacchi a spillo.
O se sotto i pantaloni indossa il tanga di una fighetta.
Le donne sono donne anche se indossano i pantaloni.
Insomma,le tue idee sono arcaiche!Aggiornati porco di un cristo Glabro!

gre ha detto...

Grazie per il tuo punto di vista e critica ma avrei da ribattere.
L'evoluzione, secondo alcune teorie (poi che siano vere o no quello è un altro discorso), è data dalla sopravvivenza, per cui visto che la mia critica era basata sul fatto che si punta molto di più sull'apparenza più che a qualcosa di più profondo, la scomparsa dunque delle persone "non alla moda" ha portato all'arricchimento solamente di stilisti e venditori di cosmetici.
Lo sculettare, ballare con grazia quello è sempre esistito, basta leggere un po' di storia e di certo non implica essere effeminati (NON omosessuali, loro sono semplicemente attratti da persone dello stesso sesso).
Per me un uomo che si veste in minigonna non è uomo, perché a mio avviso vuole sentirsi donna ed io lo considero tale, il travestimento nel sesso opposto credo che sia l'atto antecedente al cambiarlo, conosco due ragazzi che erano travestiti ed ora sono donne, ma non sono loro a cui mi facevo riferimento nel post.
Le donne hanno iniziato a mettere i pantaloni per rivendicare i propri diritti e le pari opportunità ( nei primi anni del Novecento lo stipendio di una donna era la metà di quello di un uomo), dunque era per ribellione e in seguito è diventata moda.
Non penso che le mie idee siano arcaiche, anzi credo di avere una visione abbastanza globale, quello che forse non riesco ad accettare è l'ipocrisia che ci circonda....
Ad ogni modo credo che ognuno sia libero di fare quello che vuole.

A squilibrato: già meno male che qualcuno è rimasto...come si dice pochi ma buoni!!!!

Detritus ha detto...

Zzo vuoi dire?che gli scozzesi che indossano il kilt e per giusta senza mutande sono delle checche?prova dirglielo in faccia ma preparati alla rissa!Dal mio ppunto di vista da molto più squilibrato di te,l'omosessualità come è vissuta oggi è considerabile una forma di pazzia.Che scaturisce da un'altra pazzia.Un tempo un uomo a cui piaceva scoparsi anche gli uomini non era guidato dalla società a sentirsi attratto solo da quelli.
Era ritenuto un atteggiamento normale.Persino alessandro magno era un mezzo frocio.Perciò.
E i soldati?meglio non parlarne o mi mandano in testa una bomba a grappolo.Altri,hanno suilibri ormonali..insomma è un argomento abbastanza complesso.Ci sono pure gli ermafroditi...
Per me un uomo è uomo anche se si mette la minigonna e vuole fare la donna.Anche se gli hanno tagliato il pisello,è un uomo.Geneticamente è un uomo.Se a lui piace essere trattato da donna,per me è ok.Ma per me resta comunque un uomo.Non credi che sia una ipocrisia anche credere che un uomo non sisa tale se non rispecchia un certo modello prestabilito?per me lo è.
Con arcaiche intendevo appunto vecchie.
Appratenenti a ere che furono e che è meglio per tutti se rimangono confinate nel passato.
Dal mio discorso dovresti aver intuito che sono contrario anche alla moda.Per me sarebbe stupendo indossare un capo confezionato appositamente per me da chi mi vuole bene.Unico.E lo terrei attaccato addosso come uno dei miei più preziosi averi.
Ma ricevo solo roba preconfezionata.I miei ideali sono troppo complessi e distanti dal sentire comune per poter essere spiegati e esposti in questa sede.Posso solo dire che cambierei tutto.Abbiamo bisogno di nuove idee.Nuovi modi di vivere la vita e i rapporti con gli altri.
Una rivoluzione spirituale.
Un rinnovamento estremo delle ideologie,degli usi,dei costumi,
un nuovo inizio.Utopia?

gre ha detto...

Scozzesi mettono il kilt per loro tradizione, io intendevo parlare di atteggiamenti di ragazzi che vedo per la strada, in tv dunque in Italia, non posso dare un parere sugli "stranieri" perché non è ho i mezzi...
Comunque so perfettamente che l'omosessualità è sempre esistito(non solo nell'uomo ma anche negli animali) e per sempre esisterà, personalmente sono contenta che esista.
Ognuno è liberissimo di vestire come meglio crede, indossare abiti tipici del Burundi se ne sente la necessità, non sarò di certo io a impedirglielo.
Stavo solo facendo una considerazione personale sulla "moda" che non è comunque nuova ma che a mio avviso rende donne gli uomini, spero di aver reso l'idea...
Ad ogni modo concordo con te che ci vorrebbe un rinnovamento, e sarei la prima se avessi delle idee!!ahahaha

DiVx ha detto...

Diciamo che la cosa che è più paradossale è che gli "uominI" che 10 anni fa dicevano che il rosa era da checca, depilarsi era da froci, il fondotinta o le lampade erano da ricchioni ecc... ora sono quelli che si depilano l'indepilabile, si riempiono di fondotinta o si vestono di rosa o si agghindano come donne e per di più dicono offensivamente la parola "frocio" a chiunque essi incontrino, utilizzandolo quasi come intercalare. Questo diciamo che è il paradosso. Se un ragazzo di adesso lo catapultassimo indietro di 10 anni così com'è lo assumono di certo a uomini e donne per fare il coglione.