mercoledì 5 novembre 2008

Eccomi qua, dopo quasi una settimana a rompervi le balle con i miei pensieri surreali, con la mia filosofia utopica di un mondo pulito e forse più giusto.
Certo perché alle volte mi soffermo a pensare come sarebbe il nostro caro pianeta se d'improvviso tutte le guerre finissero, se tutti iniziassero a essere giusti e rispettosi verso gli altri e verso sé stessi, l'uomo tende al male altri filosofi, forse più psicopatici e/o nevrotici di me, nei secoli precedenti ne hanno discusso, mi sa che avevano ragione.
Ma io non mi preoccupo, no, noi in Italia abbiamo Nonno Giulio un uomo che per il nostro paese ha dato tutto sé stesso, un uomo che ha segnato la storia dell'Italia, l'ha segnata con lo zucchero a velo. Lui è dolce come lo zucchero a velo, delicato come la neve quale stato non vorrebbe vantarsi di avere avuto un presidente del consiglio così? Noi siamo invidiati per questo, perché noi abbiamo il Nonno Giulio e loro no, abbiamo pure Papà Silvio eheheh e poi siamo fortunati perché il nostro Zio Massimo ci porta in giro in barca, ci porta in crociera!!!
Il nostro Paese è il migliore, pur conoscendo i nostri scheletri dell'armadio invece di toglierli, chiudiamo l'armadio e rimaniamo indifferenti!! Ma siamo fatti così!!!
È l'Italia, no, non è Lei è una parte di noi, la maggioranza di noi, forse pure io, non lo so.
Viviamo in una grande famiglia, è bello sentirsi a casa nel proprio Paese, forse la cosa più bello del mondo.
Io inizio a sentirmi fuori dal gruppo, la pecora nera della famiglia, la persona che viene lasciata in disparte chissà per quale motivo.
Forse perché da quando ho iniziato a essere leggermente meno ignorante vedo tutto quello che mi circonda, il marcio, inizio a capire perché i bambini sono felici e spensierati perché sono ignoranti...io non voglio tornare bambina ma solo ignorante come un bambino giusto per vivere e non sopravvivere, addormentarmi guardando Maurizio Costanzo e svegliarmi guardando Uomini e Donne, poi perché no, anche qualche puntata dell'Isola dei famosi ed essere felice di questo.
Emozionarmi nel sentire il vecchio Nonno Giulio e delle barzellette simpatiche di Papà Silvio, andare a messa alla Basilica di S.Pietro, baciare la mano al Papa ed essere convinta che lui porterà la pace nel mondo.
E invece no, nulla di tutto questo mi è possibile, ritorno alla mia vita mediocre, alla mia vita odiosa, ma ho solo questa per cui la trascorro.
Non sono pessimista e neanche cinica, sono solo stanca...stanca un po' di tutto in generale.

Buona Notte

13 commenti:

YT ha detto...

Haha, thanks ! :D

simjedi ha detto...

grazie mille per il passaggio sul mio blog e piacere di conoscerti! se hai piacere metterei il tuo blog tra i miei links così posso farti visita più spesso! un saluto e alla prossima! by simo

DiVx ha detto...

bhe

papà silvio è bello sorridente e lampadato

Dual ha detto...

Ciao gironzolavo nel mare infinito del web..ed eccomi qui nel tuo accogliente bloguzzo!!!

gre ha detto...

ahahahaha è già lui non ha la fortuna di essere abbronzato!

marco ha detto...

è del tutto legittimo addormentarsi con costanzo (a cosa servirebbe senò?)..anche la de filippi ti fa svegliare con la voglia cieca e irruenta di sfasciare la TV. Vedi che alla fine i programmi di Mediaset hanno un'utilità?

Miss Ampersand ha detto...

Eh sì, hai proprio ragione. L'unica certezza che ho tutt'oggi è che il mondo è fatto per gli stupidi. Gli stupidi non pensano, e solo non pensando si può essere felici. Chi pensa ottiene solo l'effetto, come dici tu, di essere "stanco". Ma una domanda allora mi sorge: persone come te e come me possono essere felici? Qui ora bisognerebbe tentare di definire il concetto di felicità, ma non voglio annoiarti con un commento troppo lungo.
Qualora t'interessasse proseguire, fammelo sapere e rendimi partecipe della tua riflessione. Grazie.

G.

Michele ha detto...

che dire: W la filosofia casereccia!
Il bello di mettersi a fare certe riflessioni è che non si arriva mai a capo di niente, quindi ci puoi stare quanto ti pare. E se ti va bene, magari un giorno finirai in un libro di storia, e generazioni future di studenti malediranno te ed i tuoi pensieri XD
(comunque grazie per il commento ;D)

Squilibrato ha detto...

Ma no... non rompi le balle con i tuoi pensieri surreali (adoro il surrealismo) e con la tua filosofia utopica di un mondo pulito e forse più giusto. Anzi!!!

gre ha detto...

Beh grazie!! ben 8commenti è la prima volta che mi succede!!
yt: thank you!
simjedi: al prossimo commento!!
DIVX: possiamo dire che papà è bello sorridente allampadato e diversamente simpatico!!
Marco: hai perfettamente ragione!! Non pensavo che sarei arrivata a ringraziare mediaset!
miss ampersand: prima di chiedermi se possiamo essere felici mi chiederei se la felicità esiste, come si può dire quando effettivamente siamo felici? Un'altra discussione è alle porte!
michele: beh la filosofia è avvincente, io adoro la filosofia, forse perché ho la mentalità contorta come quella dei filosofi!
Squilibrato: grazie! allora continuerà con l'utopia e il surrealismo!!ahahahaha poi ci metterò anche un po' sarcasmo e ironia così tanto per ridere (ridere per non piangere)

Miss Ampersand ha detto...

Ok, via alla riflessione sulla felicità. Quando siamo felici? Quando siamo soddisfatti. Quando siamo soddisfatti? Quando assistiamo alla realizzazione di una cosa che desideriamo. Tuttavia, l'uomo è maledettamente imperfetto: il suo cuore continuerà a desiderare, perchè solo l'infinito può colmare il suo desiderio. Quindi l'uomo può essere veramente Felice? Per me la risposta è no.
Ovviamente può provare delle sensazioni che lo fanno sentire bene temporaneamente, ma quando una condizione è temporanea, presto o tardi diverrà altro.

Ah, questo discorso non vale per gli stupidi. ;D

gre ha detto...

Hai perfettamente ragione, però alle volte credere nella felicità è l'unico appiglia che si ha per vivere prendendo il nome di speranza!
quindi la nostra vita è basta sulla speranza altro che felicità!!!ahahahah
beh almeno gli ignoranti (non è dispregiativo ma nel suo significato letterario ovvero colui che ignora) un po' di felicità ce l'hanno, diciamo che ho un pelo d'invidia!ahahahahahah

Miss Ampersand ha detto...

Eh sì, alle volte penso che avrei preferito nascere idiota.
Io dico che la Felicità non esiste perchè non ho ancora trovato qualcosa che mi dimostri la sua esistenza. Più che sulla speranza, la mia vita si basa sulla ricerca, carissima omonima ;)