giovedì 23 luglio 2009



Quando qualcosa di bello finisce è difficile accettare la realtà. L'illusione ingombra le nostre menti per non ammettere la cruda verità.
Un cantante diceva che tutto va come deve andare, ma la mia complessa psiche non riesce ad essere uno spettatore passivo, lasciando che i fatti gli scivolino addosso. Stranamente, le mie personalità si sono coalizzate perché non possono permettere che l'infelicità prenda il sopravvento nei cuori delle persone che mi circondano. Un vecchio amico diceva sempre che continuando a fare la crocerossina avrei annullato la mia persona, forse aveva ragione, forse non aveva capito nulla di me. Perché quando la persona che ami è felice la sensazione è indescrivibile, così quando essa è triste, delusa, arrabbiata, affranta ci si sente piccoli e inutili.
Alle volte la sola vicinanza, il solo ascoltare non basta , le mie personalità irrazionali e razionali mi impongono di agire, ma le mie domande sono tante e tutte senza risposta. Come far ritrovare il sorriso a una coppia di vecchia data? Dovrò inventarmi qualcosa, purtroppo non sono mai stata molto fantasiosa né creativa.
Vorrei che il tempo scorresse più veloce per arrivare, finalmente, al momento in cui le risate veglino nuovamente sul loro volto ed io osservarli in un angolo lieta.

2 commenti:

confuso ha detto...

Nulla è eterno, e spesso dopo una rottura non c'è ritorno, sopratutto quando una coppia ha vissuto troppo tempo unita, ti auguro di non sprecare il tuo tempo, magari i sorrisi torneranno, o forse saranno denti ringhianti.
La parola di verifica ironia del caso è dentatio...

gre ha detto...

Spero che il mio tempo non sia un spreco perché vorrebbe dire che la coppia è ritornata.